Bolliti o crudi? Fritti o ripieni? Con il gambo o senza gambo? I carciofi si possono cucinare veramente in tantissimi modi. E i dubbi non sono finiti…

Tondi o allungati? Grandi o piccoli? Con le spine o senza spine? Oltre a quella della ricetta, anche la scelta della tipologia di carciofo è difficile, piena di ostacoli, dubbi e ripensamenti.

Ma non preoccuparti, grazie a questa guida infatti imparerai a conoscere meglio il re di questa stagione e ad affrontarlo senza alcun timore.

Questa guida non vuole essere legge o tanto meno scienza. La cucina è il magico regno in cui ogni persona può e deve essere libera di sperimentare, divertirsi e scegliere ciò che segue il proprio gusto.

In questo articolo, quindi, abbiamo messo la nostra esperienza per darti semplicemente dei consigli e dei suggerimenti per scegliere i carciofi giusti per la ricetta che hai in mente.

Carciofi mamme romane

Le mamme romane sono senza dubbio le regine incontraste del regno dei carciofi. Grandi, belle e buonissime, le mamme sono la tipologia di carciofo più carnosa ma anche la più ostiche da cuocere.

Il nostro consiglio? Sceglile per cotture più lunghe e lente, come una bollitura o una cottura a vapore.

Se vuoi provare gusti più decisi, anche sulle braci sono buonissime. Ma va detto che questo carciofo dà il meglio di sé ripieno: le mamme ripiene sono il top!

Un piccolo avvertimento: per non rischiare di non sfruttare al massimo tutta questa natura gustosa, evita di farle a pezzi e saltarle in padella oppure di fare solo il cuore: sarebbe uno spreco.

Carciofi Tema e Carciofo Violetto

Il carciofo tema e il carciofo violetto sono diversi tra di loro sia come provenienza sia per quanto riguarda colore e sapore. Cosa li accomuna? Il modo in cui puoi utilizzarli, e cioè in tutti i modi!

Quando si tratta di carciofi, le ricette sono davvero tantissime:

  •          crudi, soprattutto il carciofo tema
  •          fritti in pastella
  •          bolliti, anche se sono meno carnosi delle mamme
  •          saltati in padella

Per noi sono buonissimi saltati in padella, magari con altri condimenti come patate oppure olive e capperi.

Per prepararli, ti basta scartare le prime foglie e la punta e poi scegliere se tagliarli finemente o a quartini – ricordandoti di mettere i carciofi appena puliti in un ciotola con acqua e succo di limone per evitare che diventino neri.

Hai fatto tutto? Sei pronto a cucinare i tuoi carciofi e a gustarli come preferisci! Se il carciofo è fresco e buono, non devi buttare altro e non rischi di trovarti sorprese nel piatto!

Carciofo spinoso o carciofo con le spine

Signore e signori, fermi tutti. Stiamo per presentarvi quello che secondo noi è il carciofo più buono di tutti. Il carciofo spinoso, anche detto carciofo con le spine.

A nostro parere è davvero il più buono in assoluto, soprattutto crudo. Polpa, consistenza e gusto straordinari. Il carciofo con le spine ha davvero una marcia in più.

Tant’è che, se il carciofo crudo non dovesse essere di vostro gradimento, potrete comunque utilizzare il carciofo spinoso con le ricette che abbiamo visto sopra per i carciofi normali.

Certo, la pulizia del carciofo con le spine richiede più attenzione per non pungersi… Ma fidatevi di noi: ne vale la pena!

Carciofino

Qui la discussione è complessa... Solitamente scelto per essere messo sott’olio, il carciofino nell’ultimo periodo si sta prendendo la sua rivincita sui cugini di stazza maggiore.

Come detto, il carciofino viene utilizzato soprattutto per la comodità che presenta quando viene messo sott’olio; dal momento che anche il carciofo normale può essere conservato in questo modo, ma deve essere tagliato a pezzi.

Ultimamente però vediamo che il carciofino sta venendo rivalutato, e con buone ragioni. Una ricetta che noi amiamo particolarmente prevede di cuocerli circa 30 minuti in padella antiaderente solo con un goccio d’acqua (senza olio né altro) e poi condirli a crudo.

Buonissimi davvero!  

Quale carciofo scegliere?

Eccoci arrivati alla fine dell’articolo. Come promesso, ti abbiamo mostrato le tipologie di carciofo più comuni e ti abbiamo spiegato pregi e difetti ma soprattutto gli utilizzi che puoi farne sulla base della nostra esperienza. Ti è servita questa panoramica?

Tra i diversi tipi di frutta e verdura che puoi acquistare nella tua spesa settimanale di frutta e verdura, i carciofi sono davvero un prodotto straordinario.

Se non l’hai ancora fatto, ti consigliamo di provarli in tutti i modi possibili e immaginabili così che tu possa trovare il modo in cui ti piacciono di più.

Utilizza questa nostra guida per sceglierli, ricordati di pulirli accuratamente prima dell’utilizzo – in particolare per quanto riguarda i carciofi con le spine – e buon appetito!

E se hai dubbi o domande sulla scelta dei carciofi giusti per la tua ricetta, su come pulirli correttamente oppure cucinarli, noi siamo a disposizione.